englis   IT Version
  Delears Area
 
  Customers Area
 
  Cart(0)
 
  Conditions
      chiave  

 

Our handicraft factory

 

 

foggiatura

Artistic Majolica from Caltagirone

The CEAR S.r.l, is the third generation of the Romano family, which continues in the production of handmade ceramics in Caltagirone, gathering all the artistic and technical experience gained in over 50 years of craft activity.

 

 

 

 

Today producing Ceramics in Caltagirone, involves a greater responsibility because we aware of having to work harder and always giving the best of our own experience. This helps us to keep up the target of a range of products falling within the standards of the ancient tradition of Ceramics in Caltagirone. Today Caltagirone has a reputation gained with great crativity of those in the past centuries had started to write the history of ceramics with their work.

 

CEAR  Srl now offers a wide range of products with its table lines, interior and exterior furnishings, with decor and colours firmly devoted to Caltagirone tradition.

 

decorazione

A particular attention deserves the hand painted tiles line for floors and walls, which reproduce the most beautiful motifs from its own tradition, whose roots are visible in the Spanish and mainly Arabic tradition, which at the time of domination in the south Europe, have passed, especially to Caltagirone, a wealth of artistic and technical knowledge.

 

Buying now Ceramics in Caltagirone means to obtain an important piece of history and culture.

 

 

 

 

a Family story

 

 

galleria1

PINO ROMANO (Pittore – Ceramista)

Nato a Caltagirone il 7 Luglio 1905, sin dalla giovane età, aveva manifestato il suo amore per la pittura, che curò e cercò di perfezionare, durante un periodo particolarmente proficuo lavorando a Genova come cartellonista.

Ritornato a Caltagirone e sposatosi, continuò l’attività artistica alternando, alla realizzazione di numerosi affreschi in diversi palazzi nobiliari, la produzione di numerosi quadri realizzati con tecniche diverse quali la xilografia, l’acquaforte, il pastello, l’olio, la tempera e soprattutto l’acquerello nei quali riproduceva scorci della sua amata Caltagirone, che gli valsero numerosi riconoscimenti in diverse mostre in tutta Italia.

 

 

 

 

 

Pannello Pino Romano

 

 

 

Nel 1954 partecipa al concorso, aggiudicandoselo,  per la realizzazione del pannello da apporre nella ex Sede del Teatro Comunale, distrutto dal bombardamento del 9 e 10 Luglio 1943 per divenire una piazza coperta, che prenderà il nome di Galleria “Luigi Sturzo”, fortemente voluta dall’allora neo eletto presidente della Regione Siciliana, il calatino Silvio Milazzo.

Pur trattandosi di una impresa enorme, tenuto conto che non aveva mai fatto esperienza nel campo della ceramica, realizzò l’opera in un tempo brevissimo, meno di tre mesi, riuscendo a completare l’opera che oggi tutti possono ammirare, e che rappresenta la battaglia di Castel di Judica condotta dal Conte Ruggero detto “Il Normanno”, nella quale i calatini ebbero un ruolo fondamentale nella vittoria, che contribuì molto alla cacciata degli arabi dalla Sicilia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

galleria3

L’arte della ceramica, lo appassionò al punto da aprire un laboratorio di ceramica, nel quale realizzò tante altre opere che testimoniano ancor oggi, la particolare capacità di trasmettere, in giochi cromatici solari, la sua vena artistica. A testimonianza di ciò, restano oggi, come patrimonio della città, i pannelli delle quattro stagioni posti sul recinto dell’uscita sud del Giardino Pubblico, il “Gesù falegname” posto all’inizio della Via S. Bonaventura, ed altre opere minori.

 

Morì a Caltagirone il 21 Giugno 1978

 

 

 

 

 

 

 

Follow us:   facebook twitter google+ pinterest youtube whatsapp skype  

 

 

How we use cookies

 

 

Contacts

CEAR Ceramiche Azzaro & Romano S.r.l - Zona Industriale Strada A - 95041 Caltagirone (CT)

Phone/Fax +39 (0)933 337001 - Mobile +39 328 9198898

e-mail: info@ceramichecear.it - VAT 03978700874

 

 

Layout, content and images powered by Anna Romano ©